CORIPPO L’ALBERGO TUTTO INTORNO

È l’albergo diffuso di Corippo, il più piccolo paese della Svizzera, il cui centro abitato è formato ad un piccolo gruppo di antiche case in pietra con i caratteristici tetti in pioda originari dell’Ottocento, la casa comunale ed una chiesa con campanile, nel distretto di Locarno, nella splendida valle Verzasca del Canton Ticino.

Corippo ha solo 12 abitanti ed una superficie di poco superiore a 7 km quadrati e, per evitare che diventi uno dei tanti luogo fantasma abbandonati perché abbarbicati sulla montagna, sindaco e popolazione, se così si può chiamare l’esiguo gruppetto dei suoi concittadini, hanno deciso di trasformarlo in un albergo diffuso dal fascino di altri tempi.

Nonostante il progressivo abbandono il borgo rurale montano ha mantenuto intatto tutto il suo antico fascino grazie all’opera di ostinata e costante manutenzione e conservazione che i suoi abitanti hanno voluto mantenere negli anni, così che oggi, visitandolo, è come fare un viaggio nel tempo.

Il posto è ideale per chi è in cerca di tranquillità, riposo, ma anche movimento e contatto con la natura, per arrampicarsi fino in cima al paese si devono percorrere ripide stradine acciottolate, scalette in pietra e piccoli sentieri, ma la bellezza del luogo, l’aria pulita e il panorama tutto intorno ripagano di ogni fatica.

Proprio la bellezza contemplativa del posto ha ispirato la scelta e dato che in paese esistono già alcuni B&B e case in affitto per turisti si è pensato a rendere l’intero agglomerato urbano una sola grande struttura ricettiva, una sorta di resort tradizionale dove tutto è originale ed i viaggiatori sono accolti in un ambiente romantico e pittoresco, con la piazzetta di ingresso al paese, la Casa Comunale e la Chiesa di Santa Maria del Carmine trasformati in una grande hall alberghiera con tanto di tipica fontana con vasca e l’osteria come reception.

Un albergo diffuso non è una novità, si tratta di strutture ricettive unitarie, gestite in forma imprenditoriale, che si rivolgono ad una domanda interessata a soggiornare in un contesto urbano di pregio, autentico, quasi sempre a contatto con i residenti ed usufruendo dei normali servizi alberghieri.

L’idea si può dire nata in Italia dove sono già molti gli alberghi diffusi e dove sono nati con la prima idea di recuperare luoghi devastati dal terremoto e poi estesa ad altre realtà abbandonate, tra questi possiamo ricordare Borgo San Rocco e Le Case dello Zodiaco di Modica, in Sicilia, Borgo di Sempronio, in Toscana, Borgo Giusto e Borgo a Mozzano, nelle Marche, Il Grop, Ovaro, Prato Carnico e Raveo, nel Friuli-Venezia Giulia, Sauris di Sopra, nel Friuli-Venezia Giulia, Muntaecara e Apricale, in Liguria, e molti altri, tutti con una esclusiva formula particolarmente adatta a borghi e paesi caratterizzati da centri storici di interesse artistico ed architettonico, che in tal modo possono recuperare e valorizzare vecchi edifici chiusi e non utilizzati ed al tempo stesso possono evitare di risolvere i problemi della ricettività turistica con nuove costruzioni di impatto visivo stridente, mantenendo la vocazione originaria del luogo ed incentivandone l’economia.

Questo tipo di strutture sono alberghi in tutto e per tutto e non vanno confusi con altre forme di ospitalità diffusa e per questo, a Corippo, non è sufficiente pensare a questo tipo di impresa, trasformando semplicemente le viuzze e i vicoli del paese in corridoi di un hotel all’aperto e le case di pietra in stanze, ma è stato necessario avviare un complesso programma di ristrutturazione ed migliore integrazione delle case il cui completamento è previsto solo per il 2020, anno in cui avverrà l’inaugurazione ufficiale della nuova realtà alberghiera.

Dall’alto del paese sarà così possibile ammirare una vista che spazia per tutta la valle, fino al Lago di Vogorno, circondati dai boschi che ricoprono le montagne in un luogo immerso nel silenzio e nella pace di una stretta valle di montagna scavata da un fiume in cui le montagne sembrano volersi tuffare.

Il posto è praticamente inaccessibile alle automobili che si devono fermare nella piazzetta d’entrata al paese dove termina l’unica strada asfaltata.

Corippo è un posto da visitare almeno una volta nella vita, sia per la gita di un giorno che per una vacanza immersi nell’ambiente che non cessa l’attività agricola tradizionale per la produzione di alimenti a chilometro zero destinati al consumo locale, favorendone lo viluppo socioeconomico, agricolo, turistico e gastronomico nel pieno rispetto dell’ambiente e nella salvaguardia delle bellezze naturalistiche locali attraverso un turismo “dolce”.

Adesso sapete che a pochi chilometri dalla più famosa Locarno esiste un albergo orizzontale dalla formula innovativa per far vivere un’esperienza genuina immersi in una vera tradizione locale.