Skylodge, Perù. Quell’hotel sospeso nel vuoto

PERU', COME SI FA A DORMIRE APPESI AD UNA MONTAGNA A 400 METRI DI ALTEZZA?

Dormire sospesi Skylodge Perù

Se dormire sospesi nel vuoto a 400 metri di altezza era un’esperienza riservata ai più temerari alpinisti, che fino a qualche anno fa potevano farlo solo con speciali amache, gli amanti del vuoto e delle emozioni forti oggi possono vivere le stesse emozioni allo Skylodge Adventure Suites di Cusco, in Perù, che propone stanze trasparenti sospese sul fianco della montagna, confort e suspense per i saldi di nervi.

Belle ed impossibili. Le stanze sono appese sulla parete rocciosa della montagna che domina la valle del fiume Urubamba. L’esperienza è quella di stare su un nido di condor lussuosamente arredato, con la trasparenza delle pareti che permette di apprezzare a pieno la vista impressionante di questa valle mistica e sacra.

Salire attraverso la via ferrata o l’intrepido percorso montano superiore è già un’impresa, ma dormire a Skylodge non sarà da meno: seppur confortevoli le camere sono comunque “appese a un filo” e questa precarietà può creare quel giusto mix di eccitazione, paura e meraviglia. Una volta preso sonno, però, si potrà sognare di volare, e al risveglio il sogno si tramuterà in qualcosa di molto reale.

I pacchetti soggiorno includono la prima colazione e la cena gourmet con vino, il trasporto da Cuzco e le guide bilingue professionali. La capacità dell’hotel è di sole tre capsule suite esclusive per un massimo complessivo di 8 persone con quattro posti letto, una zona pranzo e un bagno privato e pur essendo appese lontano dalla maggior parte degli occhi indiscreti sono dotate di tende per la privacy per evitare lo sguardo curioso dei condor di passaggio.

Le guide affermano che l’unica controindicazione sono le vertigini, ma restano avvolti nel più cupo mistero anche i dettagli sul funzionamento del water, nessuno ha mai dichiarato dove scarichi, la speranza, in questo caso, è che le stanze siano tutte affiancate tra loro.

TI PIACCIONO I LUOGHI STRANI?
Leggi anche:
Burning Man a Black Rock City: l’uomo che brucia nel Nevada
Trovata in Irlanda la porta dell’inferno