In cammino sulla via degli Dei

FRA BOLOGNA E FIRENZE UNO STORICO PERCORSO MOZZAFIATO

il cammino degli dei

Monte Adone, di Giove, di Venere, di Lua, la dea dell’espiazione, sono solo alcuni dei luoghi che si attraversano quando si percorre la Via degli Dei, così chiamata proprio perchè diverse località sul suo percorso sono dedicate a degli antichi Dei. I primi a solcarla furono gli Etruschi per almeno 4 secoli, tra il VII ed il IV sec. a.C., prima che i Romani costruissero, nel 187 a.C., una vera e propria strada transappenninica denominata Flaminia Militare in onore del suo ideatore, il console Caio Flaminio.

Mai abbandonata nei secoli, anche nel Medioevo veniva percorsa a piedi o a cavallo, non è certo una passeggiata, si tratta di ben 120 chilometri da coprire in una settimana, a piedi o con il modernissimo cavallo degli sportivi: la mountain bike. Quasi persa negli ultimi decenni la Via degli Dei ha visto una rinascita alla fine degli anni ’80 per intervento di un gruppo di escursionisti bolognesi che ne ha voluto recuperare gli antichi tracciati.

L’intera traversata va da Bologna a Firenze e non presenta particolari difficoltà, può essere percorsa in almeno quattro e fino a sei tappe giornaliere a piedi, a seconda dell’allenamento e dell’abilità del camminatore, o in due o tre tappe con la più veloce mountain bike. In alternativa si possono percorre solo alcune tratte, per esempio quelle dove i reperti romani sono meglio visibili, lasciando alla fantasia delle persone la scelta. La via degli Dei, però, non è solo un percorso escursionistico, come tutte le vie di un certo impegno temporale seve anche la predisposizione a voler fare un’esperienza mistica di cammino.

Come per il Cammino di Santiago e la Via Francigena, camminare non è solo far fatica, è entrare in contatto con la natura ed il mondo circostante, così per chi sceglie di percorrere questa magnifica strada a piedi la sorpresa più grande sarà la riappacificazione con se stessi e gli altri in un connubio armonico con l’ambiente. Lungo la strada si trovano paesi e strutture organizzate, così che si possa lasciare tutti i pensieri alle spalle camminando e meditando.