Lampedusa, ai confini d’Europa

UNA VACANZA ESCLUSIVA NEL PUNTO PIU' A SUD DI TUTTO IL CONTINENTE

Isola dei conigli a Lampedusa

Un lembo di terra adagiato in mezzo al mediterraneo, lontano da tutto e fuori dal tempo. Un posto affascinante e pieno di contrasti, dove scogliere a picco sul mare si alternano a spiagge bianchissime e insenature con specchi d’acqua trasparenti. Questa è Lampedusa, un luogo magico dove i ritmi dell’uomo sono scanditi dal mare, dal sole e dal vento.

isola dei conigli a lampedusa

L’isola ha una forma allungata e misura da Ovest a Est 10,8 km, mentre nel punto più largo, da Nord a Sud, misura solo 3,6 km. Geologicamente appartiene all’Africa ed è più vicina alle coste tunisine che non a quelle siciliane. Ebbene sì: questa isola è il confine Sud dell’Europa. Lampedusa è un’isola piatta che fa parte delle Isole Pelagie, insieme a Linosa, vulcanica e posta a nord di Lampedusa e Lampione, una piccolissima isoletta disabitata. Protagonista indiscusso dell’isola è proprio il mare…Impossibile restare indifferenti davanti alla meraviglia del mare di Lampedusa, è uno spettacolo che lascia davvero senza parole. Già dall’aereo, quando ci si avvicina all’isola, si possono vedere i colori di alcune baie e calette assolutamente fantastiche. Azzurro turchese, verde smeraldo, blu cobalto. Acque cristalline che si infrangono dolcemente sugli scogli o sulla sabbia finissima e bianca delle spiagge.

Già, le spiagge, come la famosa Spiaggia dei Conigli che è stata votata come la più bella del mondo nel 2013 e che, fidatevi, vi rimarrà nel cuore e negli occhi per sempre. Questa spiaggia, che rientra nell’Area Marina Protetta delle isole Pelagie, si raggiunge solo via terra in quanto è vietato il transito e l’ancoraggio di qualsiasi tipo di imbarcazione. Proprio grazie a questa restrizione sarà possibile ammirare già da riva moltissimi pesci che nuotano tranquilli intorno a voi! Inoltre la spiaggia è meta abituale delle tartarughe Caretta Caretta che ogni anno depongono le uova. Il percorso per raggiungere la spiaggia è un sentiero circondato da macchia mediterranea. Prima tappa obbligatoria è la grande balconata sul mare che si trova prima della discesa verso la spiaggia. Da qui si gode di una vista davvero incredibile e unica al mondo. Sulla sinistra infatti potete ammirare la Tabaccara, una grande insenatura di acqua turchese e cristallina sovrastata da una alta scogliera a picco sul mare. Sulla destra invece, ecco l’Isola dei Conigli e la spiaggia omonima, con il suo mare azzurro e la sua sabbia bianchissima. Un panorama che non può lasciare indifferenti e che vi regalerà emozioni uniche.

isola dei conigli a lampedusa

La spiaggia è lunga e stretta, con sabbia finissima che digrada dolcemente verso il mare. Non è attrezzata e non ci sono attività turistiche. E’ vietato fare attività sportive da spiaggia (racchettoni, pallone ecc..) proprio perché rientra nell’area marina protetta. Dalla spiaggia parte anche un altro piccolo sentiero, sulla destra, che sale verso il promontorio e che consigliamo vivamente di fare. La salita dura circa 10 minuti e in un punto è leggermente ripida ma arrivati in cima vi si spalancherà uno scenario davvero mozzafiato. Da qui infatti si domina quasi tutta la costa sud dell’isola con in primo piano l’isola dei conigli e dietro la Tabaccara. I colori del mare prendono tutte le sfumature, azzurro, blu e verde smeraldo e la profondità della vista che si perde verso l’infinito regala sensazioni uniche. Imperdibili anche i tramonti che sono splendidi in tutta l’isola.

La stagione turistica a Lampedusa è lunga: da maggio a ottobre. Il consiglio è quello di venire, se possibile, a ottobre un mese in cui a Lampedusa è ancora estate, l’acqua è calda ma c’è poco turismo e si possono apprezzare pienamente queste meraviglie.

Testo e foto di Lorenzo Vanzo