Ecco come spiare le foche

Avete mai spiato da un buco in una parete? Roba da film? In Olanda, grazie alla speciale parete in legno dedicata all’avvistamento delle foche, si possono “spiare” questi simpatici animali nel loro habitat naturale. Ce ne sono centinaia. La parete, situata al Punt van Reide nella località di Termunten, provincia di Groningen, è all’interno dell’area naturalistica di Dollard: i banchi di sabbia si trovano vicino alla costa, luogo ideale per far nascere le foche: non a caso questa zona viene chiamata “la sala parto del mare del Wadden” (kraamkamer van de Waddenzee). Bisogna restare in silenzio dietro la parete, le foche hanno infatti un udito molto sensibile e potrebbero spaventarsi facilmente. Purtroppo non è possibile portare cani con sé. Ulteriori informazioni sono disponibili presso il Visitors Centre Reidehoeve, che fornisce indicazioni anche su tutta l’area naturalistica di Dollard.

Durante l’alta marea, le foche si riuniscono ogni giorno insieme ai loro piccoli sotto la diga per riposarsi, mangiare o scaldarsi al sole. Proprio durante il periodo di allattamento è importante che i piccoli possano mangiare senza essere disturbati. In quattro settimane essi devono infatti crescere a sufficienza per cavarsela da soli, quando imparano a nuotare e a catturare i pesci. In questi momenti, quando la parete per l’avvistamento è particolarmente affollata, intervengono delle speciali “seal guards” che si assicurano che le foche non vengano disturbate dai visitatori, esse sono comunque sempre molto disponibili a fornire informazioni e spiegazioni. La parete di avvistamento è raggiungibile grazie a un breve percorso a piedi attraverso il polder Breebaart. Le auto e le biciclette possono essere parcheggiate presso il Visitors Centre Reidehoeve di Termunten, da cui il Punt van Reide dista a soli dieci minuti di cammino.